Quali differenze ci sono con Bici Tradizionali?

Le Bici elettriche, grazie al motore, amplificano semplicemente la forza della pedalata questo consente di fare meno fatica e, con la stessa fatica, percorrere molta più strada soprattutto se si è controvento o in salita. Per il resto sono biciclette come le altre e si guidano allo stesso modo.

Necessitano di Omologazione?

Le Bici Elettriche di Sali&Vai , non necessitano di targa, quindi neppure di bollo assicurazione, patente o casco. Si differenziano dalle e-bike speed o “speed pedalec”, che funzionano invece soltanto a motore, perchè quest'ultime devono essere immatricolate, necessitano di targa, patentino, assicurazione, specchietto retrovisore, fari di posizione e richiedono l’utilizzo del casco come i ciclomotori. Sali&Vai tratta solo E-bike senza targa.

Quale velocità massima possono raggiungere?

Le E-bike di Sali&Vai vengono consegnate con limitatore al raggiungimento di 25Km/h , come da normativa del codice della strada. Per l’eventuale utilizzo in strade private (campeggi, resort, golf club, villaggi turistici) sarà l’acquirente a gestire tale limitatore come crede.

Cosa sono i Livelli di Assistenza?

I livelli di assistenza alleviano lo sforzo modulando il supporto elettrico in base ai dati ricevuti dai sensori del motore. Maggiore sarà il livello di assistenza e maggiore sarà quindi la spinta e l’accelerazione che il motore darà alla velocità della bici elettrica. Questo consente di ridurre la fatica e percorrere salite anche molto impegnative. I nostri modelli: San Marco 3 livelli di assistenza, Folding e FatBike 5 livelli di assistenza.

Se piove o se la lavo, la batteria si danneggia? Ci sono rischi?

Tutti i nostri modelli di Bici elettriche hanno la batteria impermeabile per cui non si reca alcun danno se vengono bagnate. Per cui è possibile lavarli e circolare con la pioggia seppure in tal caso è corretto mantenere più alta l’attenzione nel viaggiare, come avviene per un'auto o uno scooter.

Neccessita di manutenzione?

La Bici elettrica necessita della stessa manutenzione di una bici tradizionale per ciò che concerne i componenti meccanici, i freni, i copertoni e la trasmissione. Il motore elettrico non ha bisogno di nessuna manutenzione se non che deve essere mantenuto asciutto e lubrificato con un normale spray lubrificante secco, in modo da non raccogliere la sporcizia della strada. La centralina, non ha bisogno di nessuna manutenzione. Per la batteria vedere la FAQ ‘Accorgimenti per allungare la vita della batteria'. La manutenzione incide economicamente per una cifra annuale davvero irrisoria.

Posso assicurarla contro il furto?

La bici elettrica non avendo targa non è di per sé assicurabile per il furto, a meno che non la si tenga in casa o in garage e contestualmente si abbia una polizza assicurativa per i furti in casa e in garage.

Come avviene la consegna?

La consegna avviene al domicilio tramite un nostro tecnico specializzato che fornirà tutte le indicazioni per l’utilizzo della bici e consentirà di provarla contestualmente alla consegna. Tutte le bici hanno libretto di istruzioni e garanzia nominale con il numero di matricola della bici.

Cosa è una FAT BIKE?

La fatbike (o fat bike) è una bicicletta da fuoristrada o mountain bike con una larghezza dei copertoni maggiore del normale, che va da 3,8 pollici o più larghi e dei cerchi, che va da 2,6 pollici o più larghi, utilizzabili a pressioni minori per consentire una maggiore tenuta su terreni difficili, come la neve, la sabbia, le paludi, e il fango. I telai sono costruiti appositamente con forcelle più larghe per far sì che le ruote più larghe possano girare senza attriti. Le ruote più larghe possono essere utilizzate a pressioni minori ad esempio a meno di 5 psi (0,34 bar) permettendo una migliore tenuta e una facilità per il superamento degli ostacoli. Una pressione di 8–10 psi (0,55–0,69 bar) è adatta per la maggior parte delle persone.

Se non ho il garage o la cantina come posso ricaricare la batteria?

Tutti i nostri modelli hanno la batteria estraibile per cui posso portarla a casa e caricarla ad una normale presa domestica 220 Volt. Tutte le nostre batterie sono dotate di maniglia per il trasporto oltre alla chiave, in duplice copia, che funge anche da lucchetto antifurto.

Quanti chilometri faccio con una ricarica?

Le indicazioni di autonomia fornite ai clienti sui nostri modelli sono considerate in condizioni medie. San Marco 50Km, Folding 70Km e FatBike 100Km. Tuttavia i parametri che influenzano la percorrenza sono tanti: le salite, il contributo muscolare del ciclista, il livello di assistenza che si chiede al motore, la quantità di fermate e ripartenze (stop and go) fatte in base al percorso, il freddo, il peso del ciclista, il vento, la pressione dei pneumatici.

Quanto tempo impiega a caricarsi la batteria?

Tutti i nostri modelli sono dotati di batterie al litio, il tempo di durata della ricarica dipende dello stato della batteria prima della ricarica, in generale tra le 4 e 6 ore, considerando che nelle prime due ore comunque si ottiene già una ricarica superiore al 60%. Sul mercato esistono anche batterie a ricarica più veloce ma questo riduce di molto la vita della batteria stessa. Tutte le batterie dei nostri modelli hanno un indicatore led che mostrano il livello di ricarica raggiunto man mano che viene caricata.

La batteria di quanti Watt è?

Le Bici Elettriche per essere considerate a pedalata assistita e quindi rispettare le norme dell’Articolo 50 del Codice della Strada debbono avere la potenza massima (nominale) che può esprimere il motore elettrico su strade pubbliche di 250 Watt. Per nominale si intende “media”. Può capitare infatti che nelle partenze e in particolari situazioni di stress del motore esso generi potenze di picco superiori ai 250 watt.

Come conosco il livello della batteria?

Tutti i nostri modelli sono muniti di due indicatori di livello della batteria. Uno sulla batteria stessa per conoscerne il livello durante la ricarica ed anche per poter sapere prima di partire il livello della batteria in quel momento. Il secondo sul display digitale posto sul manubrio della bici elettrica per conoscerne il livello durante la marcia.

Quanto costa ricaricare la batteria?

Considerando che: 1 kWh per uso residenziale costa dai 15 ai 25 centesimi di €, che una ricarica dura meno di 6h e che con tale ricarica faccio almeno 50Km (l’autonomia delle nostre bici elettriche varia in base al modello), spenderò poco più di 1€ per percorrere 250Km. Decisamente un paragone vincente con uno Scooter, anche solo con 50 cc. di cilindrata, che con 1€ consente di percorrere circa 20 Km, o con un’auto che consente di percorrere circa 6/10 Km.

La batteria si ricarica pedalando?

No. La batteria si scarica con l’utilizzo e si ricarica esclusivamente con la corrente elettrica, per ricaricare pedalando servirebbe una dinamo, che però renderebbe molto più faticosa la pedalata, oltre al costo decisamente più elevato.

Le luci funzionano anche con la batteria scarica?

Quando la capacità residua della batteria raggiunge un certo livello i sistemi di gestione della batteria stessa arrestano l'assistenza al motore ma sarà ancora sufficiente per alimentare le luci.

Quanto dura la garanzia sulla batteria?

La garanzia di fabbrica della batteria di tutti i nostri modelli è di 6 mesi, così come utilizzato dalla stragrande maggioranza di produttori di batterie in quanto In considerazione delle caratteristiche chimico fisiche degli accumulatori di energia, i costruttori ritengono più che sufficiente tale periodo di copertura della garanzia. Infatti se la batteria dovesse presentare difetti di costruzione questi si manifesterebbero già dopo le prime 2-3 ricariche.

Quanta vita ha la batteria?

Le batterie di tutti i nostri modelli hanno circa 600 cicli di ricarica di vita. Il che significa che facendone anche un utilizzo molto frequente, ipotizziamo di doverla ricaricare 5 volte a settimana per 9 mesi all’anno, durerà oltre tre anni…

Quali accorgimenti posso utilizzare per allungare la vita della batteria?

Affinché la batteria abbia vita più lunga si possono seguire alcuni consigli. Importante è mantenerla in posti asciutti ed a una temperatura mite tra gli 0 °C e i 20 °C. Pulirla regolarmente, una volta al mese, con un panno appena umido ed asciugarla, facendo attenzione a mantenere i contatti puliti. Evitare di lasciarla scarica per lunghi periodi e quindi ricaricarla almeno una volta al mese anche se la bici non viene utilizzata. Ricaricarla quando è fredda e non surriscaldata. Non immergerla in acqua ; Non è invece determinante caricarla anche quando non è completamente scarica seppure sia bene non utilizzare spesso tale pratica, ogni tanto caricarla quando è proprio a livello zero.